Morbo di Dupuytren

Il morbo di Dupuytren è una patologia permanente della mano che ne determina l'incurvamento e la flessione. Il dottor Checcucci, specializzato in Chirurgia della Mano, è specializzato nel trattamento non chirurgico del morbo di Dupuytren e riceve a Firenze, Figline Valdarno, Pisa, Pistoia, Arezzo ed Empoli.Il morbo di Dupuytren, noto anche come contrattura di Dupuytren, è una patologia permanente della mano che ne determina l’incurvamento e la flessione. Caratterizzata inizialmente dalla presenza, sulla mano, di noduli di tessuto connettivo e collagene, si accompagna a sensazioni di prurito e dolore alle mani, nonché alla difficoltà nell’impugnare oggetti. Le dita prevalentemente colpite sono il mignolo e l’anulare, ma anche le altre tre dita possono esserne interessate. La patologia può portare all’inibizione di qualsiasi attività manuale.

Ad essere affetta dal morbo di Dupuytren è prevalentemente la popolazione maschile tra i cinquanta ed i sessanta anni. Vi è una alta incidenza tra le popolazioni del nord Europa, motivo per il quale è volgarmente chiamata la malattia dei vichinghi.

Si presume che vi siano fattori genetici all’origine del Morbo di Dupuytren, anche se tra le cause scatenanti possono esservi il diabete, l’abuso di alcool e fumo o l’assunzione di farmaci anticonvulsivanti per curare l’epilessia. Anche un precedente forte trauma al polso può scatenare la contrattura di Dupuytren.

Come si può curare il Morbo di Dupuytren?

Come detto, la patologia di Dupuytren è permanente e per risolverla, un tempo, occorreva ricorrere ad un intervento chirurgico.  Oggi è possibile ricorrere ad una innovativa tecnica non chirurgica per guarire dal Morbo di Dupuytren.

In cosa consiste l’innovativa tecnica non chirurgica per curare il Dupuytren?

Per risolvere il problema della contrattura di Dupuytren è possibile fare ricorso ad una iniezione di collagenasi direttamente sui noduli. Si tratta di una polvere solvente basata sul principio attivo collagenasi di Clostridium histolyticum. L’iniezione di tali enzimi provoca la distruzione delle fibre di collagene che sono alla base dei noduli. Dopo circa 24 ore dalla somministrazione, si procede con una estensione della mano che porta alla naturale rottura dei noduli. Sia l’iniezione di collagenasi che l’estensione della mano deve essere effettuata da un medico specializzato nel trattamento del morbo di Dupuytren.

In cosa consiste la tecnica chirurgica per curare il Morbo di Dupuytren?

Intervenire a livello chirurgico per risolvere il problema del Morbo di Dupuyten significa ricorrere alla fascectomia, ovvero all’asportazione del tessuto patologico. La mano e il polso vengono mantenuti a riposo con una stecca gessata per circa 15 giorni. Al controllo ambulatoriale vengono rimossi i punti di sutura, si confeziona un tutore e il paziente inizia il ciclo fisioterapico, volto al recupero dell’estensione delle dita.

Affidati al Team Symcro per il trattamento della contrattura di Dupuytren.

Il Gruppo Symcro è specializzato nel trattamento della contrattura di Dupuytren. Prenota un appuntamento in uno degli ambulatori Symcro di Firenze, Pistoia, Figline Valdarno, Arezzo, Pisa, Empoli, Siena e Bologna. Gli interventi chirurgici, qualora necessari, vengono effettuati – in convenzione con il SSN, ovvero con tariffa a carico della ASL – presso la clinica Santa Rita di Montecatini Terme (PT) ed in forma privata presso la clinica Villa Donatello di Firenze.

Per prenotare un appuntamento chiamare il numero 800 909 939 oppure inviare una mail a info@symcro.it.

In alternativa è possibile utilizzare il modulo sottostante.

 

Descrizione

Modulo per la prenotazione on line

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Morbo di Dupuytren”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *